Le Web community: per “ingaggiarle” bisogna conoscerle

Le aziende e i responsabili marketing sono sempre più interessati al pubblico attivo delle community per generare valore intorno al loro brand. Ma godere di buona reputazione o, ancor più, costruire la propria brand community è impresa ardua se non si conoscono i motivi profondi della partecipazione i drive emotivi che spingono alla connessione e la relazione tra persone e tra aziende e persone.

Communispace, società americana specializzata nell’implementazione e gestione di progetti di community marketing, ha indagato sugli aspetti cognitivi del fenomeno applicando la teoria della piramide dei bisogni di Maslow ai social networks
Ne viene fuori un interessante studio, (sotto forma di white paper) scaricabile a richiesta dal sito.

In sintesi la gerachia di bisogni viene classificata come segue (traduco)

1 Espressione della propria identità
2 Status e autostima
3 Dare e ricevere aiuto
4 Affiliazione e appartenenza
5 Senso comunitario
6 Trovare conforto nella condivisione dei propri valori

e rappresentata così:

The Six Social Needs People Seek in Social Networks

Approfondimenti qui

Explore posts in the same categories: alternative marketing, community marketing, comunicazione, studi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: