Rapporto ISPO-Assorel sulle RP: piace sempre più l’agenzia specializzata

Il ruolo delle PR diviene sempre più importante nel contesto della comunicazione istituzionale e d’impresa ed emerge la necessità da parte dei committenti, di ricorrere di volta in volta, a seconda delle necessità, ad agenzie specializzate. Lo stabilisce la quarta edizione della ricerca “Monitor Utenti Relazioni Pubbliche”, realizzata da ISPO in collaborazione con Assorel, che ha rilevato la “fondamentale” importanza di tale disciplina presso un ampio campione (510 casi) di operatori del settore in aziende, Pubbliche Amministrazioni e associazioni.

– La grande maggioranza (83%) degli intervistati dichiara di svolgere molteplici attività di RP (6 o più).
Relazioni con i media, comunicazione interna e organizzazione eventi sono le attività più gettonate.

– Il 45% dei responsabili delle relazioni esterne dichiara di avere svolto attività di Digital PR/Social Media almeno una volta negli ultimi 2 anni.

– Le organizzazioni più “dinamiche” (quelle che svolgono molteplici attività di RP) sono quelle con oltre 1.000 addetti (70%); le aziende che operano nel settore dei servizi (66%), nel settore hi-tech (53%) e nel settore finanza e assicurazioni (52%)

– La attività di RP date in outsourcing costituiscono il 30% del totale (fenomeno ancora abbastanza contenuto). Comunicazione interna e Public affair sono le aree generalmente gestite internamente. Relazioni con i media e organizzazione eventi sono invece quelle più affidate esternamente. Infatti,  alla domanda: “è importante che un’agenzia di relazioni pubbliche sia…”, la maggior parte dei partecipanti alla ricerca risponde, “ben relazionata con i media”, seguono, “abile nel comprendere le esigenze del committente, e “capacità di problem solving”, mentre – con mio sommo stupore- pochi (solo il 2% degli intervitati) richiedono la garanzia di avere “interlocutori stabili” (rassegnazione?)

– Quanto ai giudizi degli addetti ai lavori sulle qualità principali delle RP, l’83% attribuisce un ruolo strategico e di indirizzo, il 74% è d’accordo sulla capacità di organizzare e gestire al meglio le idee del management, mentre tra il lavorare con un’unica agenzia e/o scegliere di volta in volta l’agenzia più specializzata, vince la seconda ipotesi – il 72% di utenti molto o abbastanza d’accordo a scegliere di volta in volta l’agenzia più specializzata,  contro il 62% di chi predilige lavorare con un’unica agenzia di fiducia

Scarica qui il PDF della ricerca il-mondo-delle-relazioni-pubbliche-oggi-in-italia2

Explore posts in the same categories: comunicazione, pr

Tag: , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: