Think with Google 2011.

Giovedì scorso il vostro scribacchino è stato invitato a “Think with Google 2011”, dove Stefano Maruzzi, country director di Google Italy ha presentato a una platea di marketers e svuluppatori, strategie, tecnologie e nuovi prodotti dell’azienda americana.

Una gustosa anteprima per ribadire che il lievito naturale dell’azienda di Mountain View è la continua tensione all’innovazione, in grado di avviare la fermentazione di idee e progetti che prendono forma e vanno in tutte le directions, ma poggiano su una matrice unica: Power of data/connectivity/ cloud computing

L’overview proposta da Maruzzi (per veri geek) è anticipatrice di grandi novità: in primo luogo Google TV , per ora presente solo negli USA, potrebbe rappresentare il vero business del futuro, tanto che lo stesso Maruzzi si sbilancia con un eloquente: “Sempre più aziende spostano budget dallaTV a Youtube”.

Il nuovo browser con riconoscimento vocale (più che sexy, un po’ nerd)

Dynamic ads mov tecnologia Google a servizio degli advertiser per veicolare informazioni pertinenti “on the fly”.

La  nuova frontiera dell’advertising, vicino al concetto di scalabilità, che incrocia gli interessi degli users con la loro localizzazione. Killer davvero!

Le API di Google, strumenti per sviluppatori, con i quali è possibile sviluppare strumenti utili come NYT Taxi Map o sviluppare un canale video aziendale come questo, praticamente  quasi a costo zero.

Beyond the line. Google ci porta dove l’innovazione tecnologica rivoluziona radicalmente il modo di comunicare e rende labile il confine convenzionale di comunicazione above e below the line. Un concetto che ben si sposa con la flessibilità del web e alla sua capacità di rispondere all’esigenza di ottimizzare efficacia e efficienza della comunicazione aziendale verso svariati pubblici di riferimento.

E con il wireless le possibilità di informare, promuovere, vendere il proprio prodotto si ampliano notevolmente. Molto presto, trovandovi a passare per Piazza S.Babila, il Mc Donalds più vicino potrebbe invitarvi a pranzo a un prezzo particolarmente vantaggioso, semplicemente inviandovi uno dei suoi coupon con le offerte direttamente sullo smartphone.

Explore posts in the same categories: advertising, comunicazione, esperienze, marketing

Tag: , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

One Comment su “Think with Google 2011.”


  1. […] – local: un contesto all’interno del quale l’utente esprime preventivamente le proprie intenzioni (ad esempio il desiderio di uscire per mangiare un hamburger) e l’esercizio locale paga per avere l’opportunità di rispondere ai bisogni dell’utente. Per restare all’esempio precedente, una persona può manifestare il desiderio di mangiare un hamburger, il Mc Donald più vicino può notificare un messaggio promozionale per un nemù hamburger+patatine ad un prezzo vantaggioso. Beyond the line. […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: