Archive for the ‘community marketing’ category

Marca-consumatore, consigli per una relazione a lungo termine.

marzo 7, 2011

Keep the romance alive!. Il rapporto con il consumatore? A giudicare dai risultati dello studio exacttarget.com è una “questione di cuore”.

Il report è molto interessante in quanto cerca di comprendere perchè  e come come i consumers si relazionano ai brands, in particolare attraverso strumenti come le Email, Facebook e Twitter.

Una volta tanto lo studio prova a ribaltare la prospettiva, ponendosi il problema della relazione tra la marca e il consumatore dopo l’engagement.

Che succede se dopo aver coinvolto i nostri subscribers/fans/followers la nostra comunicazione non è all’altezza?

Annunci

Cosa diavolo sono i social media?

febbraio 22, 2010

Cosa si nasconde dietro il termine ombrello di social media? Tecnologia, fenomeni sociali d’interazione e una complessa grammatica fatta di segni, parole, immagini, audio e video. Tutto questo si traduce semplicemente nell’attività principale degli utenti online.

Se Facebook fosse uno Stato avrebbe più residenti degli Stati Uniti, nel 2012 Twitter toccherà un miliardo di utenti (ed io avrò più followers :), il risultato sono milioni di conversazioni ogni giorno. Questa è la ragione per cui il Web è divenuta la principale fonte il web è divenuta la principale fonte di informazione e orientamento all’acquisto.

Chi opera nel marketing deve cambiare modo di pensare: si comunica in maniera immediata e bidirezionale , tutto è interazione e coinvolgimento (esperienziale). Per questo motivo è giunto il momento per le aziende di provare a partecipare alla conversazione. Come? Dedicando tempo e risorse alla Rete.

I consigli per gli acquisti nei forum, la chiacchierata tra amici su Facebook. Ecco dove vanno gli italiani in Rete.

novembre 19, 2009

I forum – con +80 milioni di messaggi quest’anno – sono lo strumento preferito dagli italiani per confrontarsi sugli orientamenti di consumo ed altri argomenti che riguardano la sfera professionale e privata.

È quanto emerge dal Rapporto sulle comunità Web di Digital PR, “Dove vanno gli italiani in rete – abitudini e nuovi fenomeni” giunto alla sesta edizione.

La blogosfera è sempre più il regno di chi ha qualcosa di interessante da dire. Sono quasi 3 milioni i blogger della penisola, ma “solo” il 35% di questi aggiorna il proprio diario con una certa frequenza (2 o più volte settimanalmente).

Facebook ha superato i 12 milioni di utenti (il 57% dei connessi) ed è la nuova piazza virtuale degli italiani. Una piazza sempre più rosa: secondo i dati dell’Osservatorio Facebook, infatti, nella fascia di utenti al di sotto dei 18 annile donne superano gli uomini nel social network più popolare del mondo.

I fenomeni emergenti di questo 2009 sono Twitter e Friendfeed. Il servizio di microblogging ha raggiunto 1 milione di utenti unici/mese nel nostro Paese (fonte: Google Trends Websites), mentre Friendfeed è ancora per early adopters, ma può rappresentare la naturale evoluzione dei forum.

Per approfondimenti rinvio alla presentazione di Vincenzo Cosenza (Digital PR) al seminario “Il nuovo potere dei consumatori sul web 2009

Sul concetto di viralità.

luglio 6, 2009

Via Matt J Mc Donald questo divertente video che mostra in maniera chiara la dinamica del comportamento sociale alla base del viral marketing.

Sasquatch music festival, un ragazzo inizia a danzare sul prato sotto gli occhi di tanti altri che sembrano ignorarlo. Dopo circa un minuto si aggiunge un altro ragazzo, poi un altro ancora. Boom! Quanto basta per scatenare un ballo di massa.

Seth Godin spiega molto bene il concetto di viralità  in questo post.

Le 5 ere del Social Web

giugno 25, 2009

Un recente Report di Forrester che esamina “The Future of Social Web”  individua cinque differenti ere del Social Web così suddivise:

1) Era of Social Relationships: People connect to others and share
2) Era of Social Functionality: Social networks become like operating system
3) Era of Social Colonization: Every experience can now be social
E’ la attuale fase inaugurata da tecnologie come OpenID e Facebook Connect che iniziano ad abbattere le barriere tra gli utenti, consentendo loro di entrare in contatto diretto fra loro tramite i diversi siti della rete sociale. Il confine tra network e siti tradizionali diviene sempre più sfumato.
4) Era of Social Context: Personalized and accurate content
5) Era of Social Commerce: Communities define future products and services

Interessante davvero comprendere le varie fasi evolutive del processo di “socializzazione” della Rete e il punto di vista delle top 24 social Companies.

Il tutto è ottimamente sintetizzato nella tabella sottostante

L'evoluzione dei Social Media riguarda consumers, brand e social networks

L'evoluzione dei Social Media riguarda consumers, brand e social networks

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

via Web Strategy di Jeremiah Owyang. Ascolta il suo speech!

Facebook per le aziende.

giugno 23, 2009

Proprio alla vigilia del lancio del canale facebook di idealista.it scopro (via http://www.facebook-marketing.it) e posto la presentazione di HubSpot, società specializzata nell’Internet marketing sull’argomento “Facebook for business”. Cos’è Facebook, come creare il proprio profilo e quello della propria azienda, come promuovere il canale e come misurare i risultati. Utile se non avete già letto “Facebook Marketing” o la seguente guida per addetti ai lavori.

Mi sembra ci sia tutto o quasi per partire, il resto sta alla creatività e alla qualità dei contenuti che riuscirete a produrre.

Appunti sulle PR digitali

giugno 17, 2009

Segnalo la presentazione tutta sostanza di Massimo Cocchetti nell’ambito di Terroir Vino, l’evento del mondo vininternet italiano tenutosi nei giorni scorsi a Genova. Peccato non abbia potuto poi presentarla a causa di “un’antipatica febbre”, leggo sul suo blog 😦

Gli basterà un quote per consolarsi?

Dalle 17 slide, tutte molto interessanti sull’argomento “Costruire un sito efficace per un’azienda vinicola”, mi piace estrarre una frase che per me ben coglie l’essenza della comunicazione in Rete: “Raccontate chi siete, come lavorate, fate parlare i vostri consumatori e così farete comunicare anche il vostro vino”, leggo in una delle pagine della presentazione di Cocchetti.

Credo che compito il delle PR digitali sia capire come fare scoccare la scintilla.
La definizione del messaggio, il modo comunicare (tone of voice) e la scelta degli strumenti per “parlare e fare parlare”, queste sono nostra diretta responsabilità, di qui in poi la centralità della comunicazione si sposta sull’utente consumatore.