Archive for the ‘strumenti’ category

Simon Baker: come vendere casa sul web in 5 mosse.

febbraio 18, 2011

Simon Baker è un autentico guru del settore dei classified. Alla guida di ClassifiedAdVentures, è una delle voci più autorevoli nel panorama globale dei portali immobiliari.

Ecco cosa consiglia l’esperto australiano a  chi vende casa sul web  (5 consigli):

1) internet è il punto di partenza per chi cerca casa, lo usa il 70% degli acquirenti. non resta che mettere il proprio annuncio in rete… e che sia un buon annuncio

2) mettere in risalto il proprio annuncio: come? Per fare in modo che l’annuncio risalti in mezzo a tanti altri  Beker raccomanda di utilizzare in primo luogo foto,  le informazioni relative all’immobile e una buona descrizione dello stesso (meglio se personale)

3) farsi notare, significa essere ai primi posti della lista degli annunci. una cosa che si può conseguire facilmente investendo nei servizi che mettono a disposizione i migliori portali immobiliari

4) fare marketing: assicursi che l’annuncio sia pubblicato su portali affidabili, sicuri, riconoscibili, come idealista (dal quale è tratto questo video)

5) chiedere un prezzo adeguato: quando si acquista casa, il prezzo è la bussola e grazie al web per chi compra è semplice comparare più offerte per farsi un’idea più precisa di quanto gli viene offerto

In sostanza, caro venditore, se pensi di incantare l’acquirente con frasi del tipo: “Qui ci passerà il circuito di Formula 1 , fra 6 mesi questa casa varrà 100 volte tanto e beato chi se la comprerà”, oppure “Da questa casa quando non c’è foschia e non c’è tanto sole, se guarda in lontananza si intravede un puntino bianco : è la cupola di San Pietro”.. cambia strada. Il web non fa per te.

Annunci

Piccole imprese pronte a cogliere la sfida dei Social Media.

luglio 23, 2010

Una recente ricerca di Regus circa la diffusione dei Social Networks nelle aziende, rileva che le piccole organizzazioni sarebbero più pronte a sfruttare i Social Networks in chiave business delle aziende di medie e grandi dimensioni.

La diffusione dei Social Networks a livello mondiale – Facebook (400 milioni di users) e Twitter (65 milioni di tweets al giorno) dominano la scena, con le dovute eccezioni a livello “locale” (consulta la mappa mondiale dei Social Network) – è divenuta una ghiotta opportunità per le aziende, ma le più brave a sfruttarle sono proprio le piccole imprese.

Infatti il 44% delle piccole imprese interpellate sostiene di avere acquisito nuovi clienti dai Social Network contro il 36% delle medie imprese e il 28% delle grandi corporations.

La ricerca rileva l’uso che gli utenti fanno dei SM in chiave business: Social networks are mainly used by business people to stay in touch with business contacts (58%), getting together with special interest groups (54%), finding out useful business information (54%), and organising/connecting/managing customer groups (51%)”.

La ricerca non rileva la situazione italiana.

Per saperne di più, scarica la ricerca Social Success?

Aziende e social media: 4 trends per il 2010

febbraio 3, 2010

L’azienda social? Un’opportunità che le aziende oramai percepiscono come determinate per rapportarsi direttamente ai propri consumatori, anche se spesso sono accomunate dalla mancanza di progettualità e di sforzi coordinati per affrontare con successo le nuove sfide.

Per una strategia di successo è essenziale identificare gli obiettivi, sviluppare un piano e solo allora scegliere gli strumenti di web marketing per raggiungerli.

Secondo Jeremiah Owyang,  Web Strategist e autore delle .ppt che posto, le aziende devono essere pronte a reagire ai rapidi cambiamenti del mercato (anticipare i bisogni dei consumatori), monitorare eventuali rischi per la brand, reagire al negative buzz da parte dei consum-attori. Delinea dunque 4 Key Trends per il 2010 basati sulla comprensione del comsumatore (consulta la presentazione) .

Le top 50 facebook pages 2009.

gennaio 11, 2010

Con milioni di utenti Facebook offre alle aziende una ghiotta opportunità di comunicare in maniera diretta con i fans, supportare ed estendere la proprie campagne di marketing portandole nel campo della partecipazione dell’esperienza.

Nel corso del 2009 sono state tante le realtà grandi, medie e piccole che hanno creato la loro pagina sul social network più popolare del pianeta. Questa presentazione mostra i 50 brand che si sono maggiormente distinte nell’utilizzo di questo strumento in chiave marketing.

Sono convinto che sfogliando questa presentazione troverete dei validi spunti per il vostro Facebook marketing 2010.

Integrare i social media nelle strategie di business.

novembre 23, 2009

Finalmente una presentazione che va un po’ oltre l’accademia per proporre un metodo di lavoro e una ipotesi d’integrazione delle potenzialità “social” degli strumenti del Web 2.0 nella strategia di comunicazione aziendale a tutti i livelli.

Si parte dal principio che “Social media is not a strategy, it is a means to an end”, da qui l’approccio è quello di integrare l’esperienza “social” con quella “traditional”.

La presentazione di Debra Louison Lavoy Director di Open Text Corporation, nell’ambito della Web 2.0 Conference appena tenutasi a New York,  è tutta incentrata su questo e propone delle convincenti best practice con la considerazione finale – da me ampiamente condivisa – che “aligning social media with business strategy” significa investire nel proprio business, credere nelle risorse umane e nello sviluppo tecnologico. Innovare e sperimentare per fare la differenza.

Per dire che se la crisi è un’opportunità, solo le realtà che sapranno proiettare il loro sguardo un po’ oltre saranno in grado di coglierle.

I consigli per gli acquisti nei forum, la chiacchierata tra amici su Facebook. Ecco dove vanno gli italiani in Rete.

novembre 19, 2009

I forum – con +80 milioni di messaggi quest’anno – sono lo strumento preferito dagli italiani per confrontarsi sugli orientamenti di consumo ed altri argomenti che riguardano la sfera professionale e privata.

È quanto emerge dal Rapporto sulle comunità Web di Digital PR, “Dove vanno gli italiani in rete – abitudini e nuovi fenomeni” giunto alla sesta edizione.

La blogosfera è sempre più il regno di chi ha qualcosa di interessante da dire. Sono quasi 3 milioni i blogger della penisola, ma “solo” il 35% di questi aggiorna il proprio diario con una certa frequenza (2 o più volte settimanalmente).

Facebook ha superato i 12 milioni di utenti (il 57% dei connessi) ed è la nuova piazza virtuale degli italiani. Una piazza sempre più rosa: secondo i dati dell’Osservatorio Facebook, infatti, nella fascia di utenti al di sotto dei 18 annile donne superano gli uomini nel social network più popolare del mondo.

I fenomeni emergenti di questo 2009 sono Twitter e Friendfeed. Il servizio di microblogging ha raggiunto 1 milione di utenti unici/mese nel nostro Paese (fonte: Google Trends Websites), mentre Friendfeed è ancora per early adopters, ma può rappresentare la naturale evoluzione dei forum.

Per approfondimenti rinvio alla presentazione di Vincenzo Cosenza (Digital PR) al seminario “Il nuovo potere dei consumatori sul web 2009

idealista.it su mobile aiuta i geek in cerca di casa

novembre 6, 2009

Casa in vistaaa! 3 km a nord-est. A beneficio dei 5-6 lettori di questo blog ecco l’ultima sciccheria di idealista per geek in cerca di casa.

idealista.it fa un altro passo nel mondo mobile con l’applicazione di realtà aumentata layar per smartphone con sistema operativo android e iphone 3gs.

Layar di idealista.it per Android

Con lo “strato” di realtà virtuale (Layar), lo schermo del telefono diviene una vera e propria “bussola immobiliare” che guida, con informazioni, grafici e immagini aggiornati in tempo reale, l’utente alla ricerca delle abitazioni nuove o in costruzione in un raggio di 25 km.

Per provare questa esperienza ai “confini della realtà” basta scaricare l’applicazione Layar da Apple Store. Non costa nulla e soprattutto non deluderà le aspettative degli utilizzatori più esigenti.

Ulteriori informazioni su come scaricare e utilizzare l’applicazione su http://www.idealista.it/labs/layar