Posted tagged ‘blog’

10 suggerimenti per relazionarsi ai bloggers con successo.

luglio 16, 2010

Le importanti riflessioni di Francesco Magnocavallo (blogo.it) e Vincenzo Cosenza (Digital PR) riportate qui settimana scorsa, sono state fonte di grande ispirazione per me (spero lo stesso per voi). Allora ho pernsato di formulare alcuni suggerimenti pratici a chi si occupa di PR per relazionarsi ai bloggers con successo:

  • se proponiamo un prodotto/servizio per una recensione
  • se proponiamo uno scambio di link
  • se esploriamo le possibilità di una partnership
  • se proponiamo delle story angle
  • se proponiamo un’intervista

1.Monitora, ascolta,commenta

prima di ingaggiare l’autore di un blog faresti bene a leggere cosa scrive. Quando devi valutare se un blogger è interessante per la tua attività di PR non fermarti al suo grado di notorietà o di autorevolezza. Informati sul taglio che da ai suoi post, sugli argomenti che ama trattare, partecipa, commenta.

Dimostra che non lo stai seguendo soltanto per prendere, ma anche per dare.

2. Segmenta il tuo mailing per nicchie di utenti

Le digital PR vanno integrate nel piano marketing di un’azienda o un’organizzazione. Definisci le tue nicchie di interesse. Individua i blog che si occupano di un determinato argomento, prepara una mailing list ragionata. Raggiungerai il tuo pubblico riferimento e gli utenti potenzialmente più interessati al tuo business.

3.Presentati

dopo che hai osservato attentamente un blog è venuto il momento dell’engagement: presentati! Scrivi una breve mail per dire chi sei, qual’è l’azienda/organizzazione per la quale lavori, perchè il blog in questione ti interessa particolarmente (meglio se fai riferimento specifico a un post che hai letto e ti ha particolarmente colpito. Funziona sempre ;-)). Scrivi mail personalizzate, no massivi. Incanala la relazione sul binario della convenienza recirpoca. Tu probabilmente sarai interessato ad ottenere visibilità o a incrementare la tua reputazione, ma puoi anche fornire notizie per soddisfare la domanda del blogger. il rapporto è appunto win-win.

4. Sii breveper essere certo che le tue comunicazioni vadano a buon fine sii breve e conciso. Esponi la tua domanda o la tua idea in 2-3 paragrafi, se ti verranno richiesti ulteriori dettagli potrai inviare il tutto in una successiva mail, meglio se puoi rimandare a una landing page di contenuto con un link.

5. No stalk!

non essere ossessivo con le mail, ma non aver paura di mandare una mail di remind o di alzare la cornetta del telefono per chiedere se la mail precedente inviata è andata a buon fine.

6. Fatti influenzare dal blogger

“è essenziale saper entrare nella sua mentalità”, suggerisce Francesco. Proponi contenuti adatti per la sua nicchia di lettori. Spunti “su misura” sui quali lavorare. Non il solito comunicato o il prodotto in regalo. Piuttosto video spiritosi, gallerie di foto esclusive, una storia ben raccontata o la proposta di un’intervista interessante possono essere molto più efficaci di 1000 comunicati.

7. Menziona, linka

la moneta di scambio della blogosfera è il link. Un blog parlano di te? Cogli l’occasione per linkare i loro pezzi dal tuo blog, dal tuo twitter personale e/o quello aziendale, su facebook e così via.

8. Sii selettivo

sfrutta ogni occasione di incontro con i blogger per conoscerli meglio. Partecipa ai Bar Camp, organizza eventi per confrontati con loro in maniera diretta. Condividere un’esperienza in genere aiuta a rafforzare il legame e facilita la relazione professionale, ma ti aiuta anche a puntare sulla qualità e diventare più selettivo dopo una valutazione attenta dei risultati della tua attività di PR.

9. Coltiva le relazioni

la continuità dell’attività di digital PR è un punto essenziale per mantenere i contatti con i blogger e in generale con gli enthusiast dei forum e dei social media. Come puoi agire? aggiungi i blog nella tua “dieta mediatica”, confrontati sui temi di suo interesse entrando a far parte della sua community, offrigli delle esclusive, proponigli interviste con delle persone chiave della tua attività, invitali a vivere un’esperienza di prodotto/servizio che possano raccontare.

10. (Se fai un evento) Metti il blogger in condizione di scrivere

fai tesoro delle tue esperienze. Quando organizzi un’evento troppo denso di attività, tieni conto che non darai tempo ai blogger di documentare la loro esperienza “live”. Il “racconto di viaggio” è a mio avviso il sale del blogging e forse è anche la maniera più efficace per influenzare gli influencers. Aspettati post meno documentati, ma più diretti e pieni di anima. Da blog! Ricordati sempre di organizzare eventi in location dotati di Wi-fi o almeno metti una chiavetta a disposizione di chi scrive.

I consigli per gli acquisti nei forum, la chiacchierata tra amici su Facebook. Ecco dove vanno gli italiani in Rete.

novembre 19, 2009

I forum – con +80 milioni di messaggi quest’anno – sono lo strumento preferito dagli italiani per confrontarsi sugli orientamenti di consumo ed altri argomenti che riguardano la sfera professionale e privata.

È quanto emerge dal Rapporto sulle comunità Web di Digital PR, “Dove vanno gli italiani in rete – abitudini e nuovi fenomeni” giunto alla sesta edizione.

La blogosfera è sempre più il regno di chi ha qualcosa di interessante da dire. Sono quasi 3 milioni i blogger della penisola, ma “solo” il 35% di questi aggiorna il proprio diario con una certa frequenza (2 o più volte settimanalmente).

Facebook ha superato i 12 milioni di utenti (il 57% dei connessi) ed è la nuova piazza virtuale degli italiani. Una piazza sempre più rosa: secondo i dati dell’Osservatorio Facebook, infatti, nella fascia di utenti al di sotto dei 18 annile donne superano gli uomini nel social network più popolare del mondo.

I fenomeni emergenti di questo 2009 sono Twitter e Friendfeed. Il servizio di microblogging ha raggiunto 1 milione di utenti unici/mese nel nostro Paese (fonte: Google Trends Websites), mentre Friendfeed è ancora per early adopters, ma può rappresentare la naturale evoluzione dei forum.

Per approfondimenti rinvio alla presentazione di Vincenzo Cosenza (Digital PR) al seminario “Il nuovo potere dei consumatori sul web 2009

Oggi al via Merano ENOblog 2009

settembre 25, 2009

Merano incontra per la prima volta i blogger. Scatta oggi Merano ENOblog 2009, evento promosso dalle organizzazioni per la valorizzazione di Merano e dintorni, incentrato sui vini di montagna.

Sarà l’occasione visitare i luoghi del vino meranese, incontrare personalità e opinion leader che gravitano intorno a questo mondo, naturalmente degustare i vini di montagna meranesi.


Thomas Aichner (MGM) , Tiziano Pandolfi (Press Way), Heike e Klaus Platter (Laimburg) definiscono meglio i contenuti dell’evento.

Vino… e dintorni, perchè Merano ENOblog promette molte altre cose. Tre giorni a contatto con un territorio sorprendente, capace di preservare gelosamente la sua cultura e le sue tradizioni, senza mai tralasciare innovazione e sperimentazione.

Andiamo! Cercherò di aggiornarvi ancora sull’evento.
Intanto ringrazio Tania e Antonio per i loro post.

Da Liquida uno spaccato dell’Italia del web

gennaio 22, 2009

Poco tempo, davvero poco per scrivere. Ma non rinuncio alle mie letture in tema di web, cgm, marketing e comunicazione.

Alcuni spunti di riflessione dai “canali tradizionali”.

i-famosi-dei-blog

Prima l’analisi di Liquida, aggregatore di contenuti del gruppo Banzai (vedi corriere economia) condotta su un campione di 600.000 articoli pubblicati da 10.000 blog che ha rivela cosa hanno detto gli italiani in rete negli ultimi 4 mesi.

I più citati del 2008 sono stati

1. Berlusconi (9.807)
2. Obama (7.951)
3. Windows (6.216)
4. Facebook (4.597)
5. Partito democratico (4.494)
6. iPhone (4.458)
7. Gelmini (4.339)
8. Milan (4.295)
9. Inter (4.232)
10. Veltroni (3.863)

…ma anche Tremonti (2.098), Brunetta (1.612) e Carfagna (935), dunque non si può certo dire che il Governo non faccia notizia.

La preoccupazine e il senso d’insicurezza degli italiani entra nelle discussioni di chi interagisce in rete: Crisi economica e crisi finanziaria (2.476), Università (2.203), Scuola (1.760), Polizia (1.507), Iraq (1.132) e Sicurezza (851) sono le parole più gettonate.

I personaggi più chiacchierati sono da isola dei famosi e dintorni: Maria de Filippi (1.344), Vladimir Luxuria (1.114), Simona Ventura (1.094), Britney Spears (1.058), Rossano Rubicondi (701), Paris Hilton (653) altro che Internet! Riescono a far parlare di loro (nonostante la TV), anche Roberto Saviano (1.212), Beppe Grillo (1.117), Marco Travaglio (973) e Angelina Jolie (678).

Sul fronte delle aziende Apple (3.560) supera Google (3.190) e Alitalia (2.857), argomento quest’ultimo che si presta alle chiacchiere da blog.

Piace anche l’argomento religioso-cattolico. Non c’è molto spazio per altre confessioni, almeno dai numeri emersi dall’indagine di Liquida. I blogger sembrano parlare con una certa frequenza di Chiesa (2.388), Papa (2.087), Gesù (1.917), Vaticano (1.402), Bibbia (1.112).

“Il nuovo potere dei consumatori sul web” diventa webinar

giugno 3, 2008

A chi, come me, non ha potuto prendere parte all’evento di Digital PR, “Il nuovo potere dei consumatori sul web” tenutosi a Roma lo scorso  6 maggio, ora viene concessa un’altra opportunità…

Andando su http://www.digital-pr.it/pages/seminario_ppt.asp è possibile accedere a tutte le presentazioni con numerosi casi aziendali sull’utilizzo più avanzato dei Social Network, Blog e User Generated Media per la comunicazione e le relazioni esterne.

Gli interventi dei relatori partecipanti all’evento sono scaricabili in formato .ppt  e condivisi su slideshare e http://www.blip.tv/accompagnati da contributo audiovideo dello speaker. Imperdibile!

Scenari - Media DigitaliRestando in tema di digitale segnalo il supplemento a Mark Up di maggio interamente dedicato ai nuovi media (da oggi sulla mia scrivania :-)), con case history di imprese web 2.0, interessanti  focus su e-mail marketing, digital advertising, e digital media, Dtt (Digital terrestral Television), sat, mobile.
In una parola, convergenza.

 

Gli utenti si fidano dei consumer generated media.

maggio 21, 2008

l\'influenza dei CGM nella decisione di acquisto

Il potere persuasivo dei consumer generated media (blog, forum/newsgroup e social network) risulterebbe “abbastanza” elevato secondo la recente ricerca Millward Brown per conto di Digital PR condotta su un campione di 5000 utenti online italiani.

Dalla ricerca emerge che più del 50% dei rispondenti al questionario sarebbe sensibile alla lettura dei contenuti di altri utenti che producono e/o commentano notizie su prodotti o servizi offerti dalle imprese.
Una informazione dal basso oramai in grado di influenzare – questo sostengono i lettori di blog, forum, newsgroup e social network – le decisioni di acquisto dei lettori.

Alla domanda “quanto spesso un’opinione trovata su forum/newsgroup ha influenzato la tua decisione d’acquisto?” l’11% del campione dei frequentatori risponde molto, il 56% abbastanza. I social network incidono “molto” sul 13% degli utenti del campione, “abbastanza” per il 45%. Percentuali più basse per i blog con il 9% di rispondenti che si dice molto influenzato, il 42% abbastanza.

I CGM preferiti dei consumatori sono forum e newsgroups, letti o frequentati dal 60% del campione degli intervistati, seguono i blog (53%) e i social network con il 13% di frequentatori sull’intero campione di intervistati.

In cima alle categorie di prodotti di maggiore interesse per l’utenza di questi media, sempre secondo Millward Brown, ci sono cellulari, intrattenimentoe libri, viaggi e vacanze.

Qualche condiderazione: la ricerca dice che gli internauti guardano con una certa fiducia ai contenuti generati dai loro pari. Probabilmente considerano i loro giudizi su prodotti e servizi, disinteressati e basati sull’esperienza diretta, per questo attendibili. Non stupisce, infatti, che siano proprio  i forum lo strumento più influente sulle decisioni di acquisto degli utenti per la loro logica collettiva che prevale sulla singola voce (dei blog).  Si spiegherebbe più o meno allo stesso modo il potere persuasivo dei social network (“abbastanza” influenti per il 45% degli utenti, addirittura “molto” influenti per il 13% degli utenti del campione) anche se sono ancora poco diffusi.

Parlare di web agli agenti immobiliari

maggio 20, 2008

mini marketing per agenziae immobiliari - workshop

Il workshop può essere uno strumento di comunicazione estremamente efficace per fidelizzare la propria clientela, umanizzare la propria azienda agli occhi della stessa, diffondere la cultura in merito a un determinato argomento (meglio ancora se si tratta di web).

Quando si dice “siamo partner” significa che non ci limitiamo al rapporto di collaborazione per la promozione e la vendita dei prodotti (nel nostro caso si un’agenzia immobiliare), ma che –  da buoni partner – troviamo occasione per ascoltare, consigliare, aiutare i nostri clienti a trarre soddisfazione dai loro investimenti sul Web.

Oggi come idealista.it abbiamo tenuto il primo workshop per i nostri clienti top dal titolo “mini marketing per agenzie immobiliari” ed i feedback sono stati davvero incoraggianti.

I temi proposti erano 2: come realizzare dei video-annunci su idealista.it e gestire l’agenzia immobiliare sul web. La sensazione è che gli utenti (più di 2 milioni cercano casa sul web secondo i dati nielsen online) e il mondo dell’intermediazione immobiliare abbiano scoperto le potenzialità del web ma ci sia ancora un vuoto di conoscenza da colmare.

Di sicuro c’è  molto da fare a partire dai siti internet delle agenzie per trasformarli da brochureware a vere e proprie piattaforme di lavoro dialoganti (tramite IM o VoIP ad esempio oppure atrtaverso la possibilità di invare pagine del sito a conoscenti, contattare l’agente, proporre modelli scaricabili, etc…) con i propri pubblici di riferimento.

Insomma a quando siti come questo?
http://www.skiptheoutfitfloridarealestate.com/

Mai visto sito con un target più mirato, pieno di informazioni, strumenti per interagire tra agenzie (MLS) e con i propri clienti oppure conversare con Jackie, la esplosiva ed originale titolare di questa agenzia che offre splendidi resort per nudisti in Florida, attraverso il suo blog (anche se, a dire il vero, la nostra ha smesso di postare lo scorso dicembre)